RSS

Archivi tag: sito web

NON sei online…NON ESISTI!


Oggi, nella verifica periodica che eseguiamo nei territori target programmati, è riemerso un dato a dir poco sconcertante:
Il 99% delle attività presenti sui territori (siano esse commerciali, professionali e no profit) è privo di un sito web o un blog

Del restante 1% :

  • uno 0,5% si barcamena tra siti/blog free, non professionali, per nulla indicizzati (quindi non trovabili)

  • uno 0,5% si è invece affidato a professionisti e agenzie per, quantomeno, realizzare qualcosa di valido e rintracciabile

NON sei online...NON esisti

Di contro molte delle stesse realtà sono presenti sui social network principali (Facebook in testa) ma, ahimè, con la classica gestione sconsiderata di miscelare un profilo “privato” con un tentativo maldestro di profilo professionale.

Questo cosa comporta?

Oggi, ogni giorno di più, la presenza online è fondamentale!
Esserci (in modo consono) e farsi trovare è la strada da seguire per

  • Acquisire nuovi clienti

  • Aumentare i Fatturati

… anche se il bacino d’utenza al quale si fa riferimento è estremamente localizzato e ridotto.

Tutte le recenti statistiche dimostrano che un cliente (nuovo ma anche già attivo) prima di fare un acquisto, prima di contattare, prima di tutto verifica e fa ricerche specifiche online!

A questo punto se ti cercano, tanto in modo generico tipo “abbigliamento a …” o in modo preciso (nome, cognome, brand, ecc.) e non ti trovano (o ti trovano ma era meglio non trovarti), allora hai sicuramente raggiunto un risultato: HAI PERSO!

E tu, quindi, hai un sito web? Hai un blog? Hai un profilo social dedicato alla tua realtà?

Annunci
 
Commenti disabilitati su NON sei online…NON ESISTI!

Pubblicato da su 7 maggio 2014 in Direct Marketing, Fidelizzazione, Marketing, Marketing Territoriale, Social Network, Startup

 

Tag: , , , , , , ,

Il Gioco al MASSACRO degli esercenti!


Tempo di crisi…tempo in cui tutte le realtà aziendali stringono i denti per ridurre le perdite ed alcune anche per scongiurare la chiusura.

Proprio in periodo di crisi gli esercenti dovrebbero agire con oculatezza nel fare scelte commerciali e strategiche mirate quanto meno a mantenere i fatturati standard ma anche ad aprire nuove occasioni che possano, se non subito, ampliare ed amplificare gli incassi finito il periodo buio.

Ma la realtà è diffusamente un’altra: la maggioranza degli esercenti (che spesso denotano di non essere imprenditori per vocazione!) non investe neanche le minime cifre ed energie in azioni migliorative, non attua politiche di fidelizzazione e comunicazione…ma cosa ancor più grave si lascia trascinare al Gioco del MASSACRO…ovvero ritiene che l’unica strada per “mantenere” mercato e fatturato (minimo) sia quella di abbattere i prezzi (spesso facendo promo su promo, sconti su sconti, ecc.)…e magari solo perché “gli altri lo fanno” o perché vedono fare questo alle grosse catene in franchising presso i grossi centri commerciali.

Tralasciamo le motivazioni delle catene in franchising nei centri commerciali…queste esulano da molte delle motivazioni “generiche” essendo inserite in contesti particolari ed essendo gestite in modo totalmente diverso da quanto potrebbero fare le semplici imprese piccole o medie che siano!

 

Gli esercenti “locali” dovrebbero ragionare in modo molto diverso e valutare ancor prima di “seguire” gli altri se quella strategia ha senso!

  • Ovvero: fare sconti su sconti….combattere il competitor con le sua stesse armi…a cosa potrebbe portare? Si avrà realmente un aumento di fatturato? E quanti “pezzi” bisognerebbe vendere affinché il fatturato sia mantenuto considerando il ribasso applicato?

E togliendo questo un’altra domanda dovrebbe essere: e questa operazione a quali conseguenze future mi porterà finita la crisi o se la crisi dovesse continuare?

…potrei continuare ancora a lungo!

Tante le domande che bisognerebbe porsi prima di “seguire” gli altri.

La storia insegna che esistono moltissimi casi che dimostrano come alcune aziende sono riuscite proprio nei periodi di crisi a crescere ed esplodere (in senso positivo) proprio per non aver seguito i competitor. Come?

Semplice…non modificando e non svendendo i loro prodotti ma facendo Comunicazione e Fidelizzazione.

  • Comunicando ai loro clienti ed ai potenziali tali che i loro prodotti hanno un vantaggio, un plus…fornendo spiegazioni dettagliate, pubblicizzando in modo corretto, investendo tempo e capitali in marketing e strumenti di comunicazione efficaci.
  • Fidelizzando la propria clientela con azioni specifiche, migliorando i propri spazi espositivi, facendo sentire i clienti “Parte Attiva” di una realtà.

 

In una parola

DIFFERENZIANDOSI!!!

 

L’unico segreto è questo: ogni realtà aziendale è unica ed insostituibile; possiede sempre una caratteristica che la differenzierà dalle altre ma sta all’esercente farla conoscere e darle il valore aggiunto.

E se non si ha l’obiettività o le competenze per farlo bisogna investire in consulenze e strumenti per fare emergere queste differenze…il fai-da-te porta al Gioco al MASSACRO…i professionisti ti aiutano ad emergere.

 

Tu sei “omologato” e segui a testa bassa

o vuoi fare la DIFFERENZA?

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Il nostro nuovo sito Sito Istituzionale è OnLine


E’ attivo ed operativo

il nostro nuovo sito Istituzionale

www.dmsmarketing.it

nel quale potrete trovare tutte

le nostre attività, i nostri servizi ed i nostri strumenti

in ambito Marketing, Grafica, Eventi e FundRising.

Questo blog resterà attivo ed operativo

per tenervi aggiornati sul mondo del Marketing.

 

Tag: , , , ,

NON CONTA LA DIMENSIONE….CONTA COME LO USI!!!


Eh..già…le dimensioni non sempre sono “fondamentali”, spesso conta di più l’uso!

Se ci guardiamo in giro noteremo quasi ovunque i Qr-code, proposti in moltissime varianti d’uso : dall’informativo ai concorsi, dal sito e-commerce .Mobi alle campagne di Guerrilla Marketing…ma…sono sempre fatti bene e con criterio i contenuti d’uso?

Purtroppo la risposta è NO!

Ora, ok (si fa per dire) che a fare errori grossolani siano le PMI con scuse (banali scuse) del tipo : non abbiamo le risorse sufficienti…non possiamo permetterci di affidarci a professionisti (tanto possiamo crearlo da soli sul web)…e via così!

Ma che poi certi orrori si vedano realizzati anche dalle Grandi Aziende…vien da pensare!

Voglio riportarvi due esempi espliciti di quel che voglio dire : ultimamente due grosse realtà del settore abbigliamento (non voglio fare i nomi dei Brand) hanno proposto nelle loro vetrine e all’interno dei loro punti vendita i loro Qr-Code per l’invito a visionare uno le loro sfilate e l’altro il loro catalogo on-line!

Ottimo…ma solo nell’idea!

A prescindere dai metodi (il qr-code delle sfilate posto grande e ben visibile su un supporto in vetrina o dentro i punti vendita ma realizzato su un foglio bianco A4 incollato su supporti di cartone di scarsissima manifattura; l’altro in vetrofania ma a dir poco minuscolo e molto poco visibile…meno male!?!)…ma è mai possibile che aziende di tale calibro risparmino su questo?

E non solo : scannerizzando la matrice cosa succede?…entrambi riportano ad una pagina di Google Mobile dove selezionare un video su youtube per visionare il tutto…Grandi!..e l’immagine???

A quel punto è ovvio pensare che i Responsabili Marketing delle due aziende esempio non siano degli eccelsi poiché hanno voluto “risparmiare” quei 3-4.000 €  necessari per crearsi un sito .Mobi vero, funzionante, brandizzato creando nel contempo un’immagine di poca attenzione aziendale al proprio Brand.

Purtroppo di questi esempi ne potremmo fare a centinaia…provate anche voi quando trovate un Qr-Code da qualche parte ad usarlo e noterete quante sono le aziende, anche di rilievo, che commettono tali errori madornali.

Avete avuto anche voi esperienze simili? Raccontatecele….

 
1 Commento

Pubblicato da su 28 marzo 2012 in News, QR-Code

 

Tag: , , , , , ,

Sumitomo Chemical, nuovo sito e QR Code sulle confezioni


Grazie a servizi innovativi e risorse tecnologiche Sumitomo aumenta la sicurezza e la facilità d’uso dei propri prodotti

 

Sumitomo Chemical Italia lancia il suo nuovo sito, ricco di innovativi servizi e risorse a sostegno di chi opera in prima linea in agricoltura.
La nuova grafica del sito è lineare e di immediata comprensibilità, ma quello che più conta è che sono stati messi a disposizione dei visitatori contenuti e spazi destinati a sviluppare un’interazione diretta con agricoltori, fitoiatri e rivenditori.

Ad esempio i ‘Consigli d’uso’ permettono di inviare agli esperti Sumitomo Chemical Italia domande tecniche sulla protezione delle colture: tutte le domande e le risposte sono pubblicate sul sito e quindi possono essere utili anche per chi ha un problema simile.

Interessante è anche lo spazio ‘Mondo Professionisti’, riservato a tutti i professionisti che si occupano di agricoltura: qui sono liberi di esprimere pareri e dare indicazioni qualificate su tutti i temi di rilievo che riguardano le colture, la Pac, l’Italia, l’Europa e l’agricoltura in genere.

Una novità assoluta sono i minisiti riservati ai prodotti principali, a cui si può accedere direttamente dal ‘sito-madre’.
Sono dedicati ai più evoluti insetticidi e fungicidi firmati Sumitomo: Santana, Borneo, BioBit DF, XenTari, Rizolex, Juvinal e Sumialfa Echo. Ogni minisito presenta tutte le informazioni tecniche sul prodotto, permettendo così di approfondire la conoscenza delle ‘star’ della gamma Sumitomo Chemical Italia.

 

QR Code + Codebar
Tutte le confezioni sono state rinnovate per rendere più semplice e veloce la gestione dei prodotti da parte dei rivenditori, accelerando le operazioni di stoccaggio e vendita, e riducendo al minimo la possibilità di eventuali errori.

 

Il QR Code permette di scaricare direttamente la scheda di sicurezza
tramite smartphone e il codebar assicura un’identificazione rapida e univoca della singola referenza

 

Grazie al QR Code, riportato sul fronte della confezione e leggibile da qualsiasi smartphone, è possibile scaricare direttamente dal sito la scheda di sicurezza del prodotto, e quindi averla subito a disposizione nella memoria per la stampa o per qualsiasi altro impiego.

Il codebar (codice a barre) invece permette di identificare velocemente e precisamente una singola referenza, distinguendola da qualsiasi altra, anche dello stesso prodotto: questo è particolarmente importante quando, a seguito di aggiornamenti delle etichette ministeriali, sono presenti contemporaneamente in distribuzione prodotti con lo stesso nome ma con caratteristiche diverse.

Fonte: Sumitomo Chemical Italia

 
1 Commento

Pubblicato da su 22 febbraio 2012 in News, QR-Code

 

Tag: , , , , , , , , , , , ,