RSS

Archivi tag: Guadagno

Distinguersi per aumentare i guadagni


Che posizione ha la tua azienda nella

classifica personale di ogni tuo cliente?

A molti potrebbe sembrare una domanda strana ma fermatevi a riflettere e pensate…

Ognuno di noi per ogni cosa crea la sua classifica personale:

  • il mio giornale
  • la mia agenzia di fiducia
  • il mio negozio d’abbigliamento
  • la mia salumeria
  • il mio sito
  • i miei biscotti
  • il mio canale televisivo
  • la mia palestra

ecc, ecc…si potrebbe continuare all’infinito!

Ognuna delle cose che preferiamo ha una posizione di privilegio rispetto a tutte le altre simili nella stessa categoria…ma noi, per qualsiasi possa essere la motivazione, preferiamo quella!

distinguersi

Bene…

adesso fate un piccolo TEST a voi stessi:

Scegliete una tipologia (quella che vi viene in mente andrà bene)…adesso d’istinto dite/pensate chi o cosa è in cima alla vostra classifica personale in quella tipologia…e adesso, definita la prima posizione, elencate velocemente dalla seconda alla decima posizione!

…Difficilmente riuscirete ad arrivare alla settima a meno di pensarci su un po’!

Questo accade non perché non avete conoscenza delle altre che sarebbero in elenco ma perché per la vostra mente le altre è come se non esistessero…

la prima ha fatto il suo dovere: vi ha preso, colpito e fidelizzato…le altre sempre meno fino a scomparire fintanto che non le rivedrete e vi porrete attenzione!

Chiaro adesso perchè è importantissimo fidelizzare la clientela curando tutti gli aspetti?

Se la tua azienda non è al primo posto per i clienti hai molto da lavorare quanto meno per arrivare anche solo tra la seconda e la quinta posizione utile!

Ti invito a questa lettura per saperne di più www.dmsmarketing.it/e-book.html

Annunci
 
Commenti disabilitati su Distinguersi per aumentare i guadagni

Pubblicato da su 27 agosto 2013 in E-Book, Fidelizzazione, Marketing, Marketing Territoriale, Social Network

 

Tag: , , , , , , ,

Twitter e marketing online: come fare pubblicità e se conviene fare comunicazione a 140 caratteri anche in Italia.


La popolarità di Twitter è in aumento non solo in USA ma anche nel nostro paese. Crescono i modi per fare pubblicità e comunicare.

Twitter in Italia viene poco considerato, mentre negli USA essere presenti sui social media non significa solo Facebook ma anche e soprattutto Twitter.

L’analisi delle nuove potenzialità dell’uccellino parte da questo efficace post di Luca Mondini che rilancia un’analisi informatica della composizione di un tweet, pubblicata da uno degli sviluppatori. Sostanzialmente l’idea è quella che queste brevi informazioni di 140 caratteri a breve “porteranno con sé” anche altro, e questo altro potrebbe “portare con sé” del fresco denaro per i creatori di Twitter, ad oggi il più interessante e al tempo stesso meno remunerativo dei social network. Non stupiamoci se il leggere (su style di agosto) il nome del fondatore di facebook tra gli scapoli d’oro con 25 anni e 3 miliardi di dollari di patrimonio ha creato qualche invidia nel Twitter boys che passano ora al contrattacco 🙂

Attraverso Wired proviamo a fare il punto della situazione sulle possibilità di guadagno di Twitter e sulle novità che a breve lo coinvolgeranno:

1) Annotations: a breve sarà possibile aggiungere dall’esterno dei metadati ai tweet che si propone quindi come vera e propria piattaforma di condivisione a 360° (qui l’annuncio)

2) Earlybid: si tratta di un utente che conta oltre 200.000 followers e propone offerte esclusive con la logica dei private outlet (ricordo da SaldiPrivati a PrivateOutlet a Vente Privee) twitter incassa percentuali sulle vendite

3) Micropagamenti: tempo fa (era il 2008) si parlò dei micropagamenti via twitter come una grande innovazione, il servizio twitpay.me non sembra in realtà mai decollato 😦

4) Promoted Tweets: ben più strutturata sembra l’idea dei promoted tweets, un sistema di keyword advertising piuttosto sensato che permette agli utenti di visualizzare contenuti promozionali legati alle parole chiave di interesse. Ad addolcire la pillola la possibilità di “guadagnare sui propri followers” con RevTwt, proprio come il circuito AdSense di Google permette di fare ai publishers.

Il fare comunicazione a 140 caratteri sta avendo sempre più successo anche qui in Italia, dove all’inizio non veniva preso in grande considerazione,  ma è forse grazie alla brevità del tweet che molte aziende intravedono prospettive di guadagno anche a livello di marketing online.

Considerando le ultime trasformazioni e il lancio di nuovi servizi, tra cui la possibilità di scrivere tweet con il proprio telefono, Twitter viene dato sempre più in crescita (solo nel 2009 +1300%, dati Nielsen) non solo in USA ma anche in Europa. Google gli sta riservando sempre più importanza nel posizionamento degli algoritmi (negli ultimi 3 mesi), questo è un dato fondamentale che permetterà a Twitter di crescere anche nel campo della pubblicità e avere un maggiore utilizzo anche in Italia.

Fonte : www.businessonline.it

Link :  Clicca Qui

 
4 commenti

Pubblicato da su 8 febbraio 2012 in Direct Marketing, Marketing, News

 

Tag: , , , ,