RSS

PERCHE’ RINUCIARE A GUADAGNARE DI PIU’?

03 Lug

Quella che sto per narrarvi è una discussione avvenuta ormai non so più quante volte con alcuni clienti, e potenziali tali, che si approcciano al fantastico sistema dell’sms marketing.
Capita spesso di trovare realtà, più o meno strutturate, che applicano questa produttiva forma di comunicazione/promozione non con piattaforme professionali ma utilizzando i propri cellulari.

Nei casi più estremi, pur sempre apprezzabili, con il classico cellulare personale…in altre, più rare, occasioni utilizzano i contratti aziendali che offrono i gestori (TIM,WIND,ecc) dove consentono di inviare, solitamente, fino a 1.000 sms/mese a volte anche con personalizzazione del mittente (raro) e con questo quantitativo compreso nel canone che si paga mensilmente (n.b.: quindi non gratis come alcuni sostengono!).

Costoro sostengono di ottenere ottimi risultati, e questo è ovvio visto l’enorme potenziale del sistema sms…purtroppo però si accontentano!
Già, avete capito bene…si accontentano di guadagnare poco invece di ragionare da veri imprenditori e puntare a GUADAGNARE.

Vi spiego il perché.

Come ben risaputo l’sms permette di avere una redemption (risposta attiva del destinatario) altissima (a volte ben oltre il 30%) e un ROI (ritorno dell’investimento eccezionale (spesso a 4 cifre percentuali).

Il vero problema è che il metodo “fai-da-te” utilizzato da molti ha enormi lacune.

  1. impossibilità di personalizzare il messaggio multiplo per singolo destinatario; ovvero, facendo un banale esempio, volendo inviare contemporaneamente un sms uguale a diversi destinatari ma personalizzandolo con il nome di ognuno con il sistema del cellulare è impossibile farlo.
  2. impossibilità di automatizzare gli invii di sms fidelizzanti o promozionali; alcuni sistemi di cui sopra permettono una sommaria programmazione ma non essendo programmi strutturati non consentono di inviare automaticamente sms mirati a specifiche ricorrenze, tipo compleanni, festività, ricorrenze, promozioni ripetute, ecc.
  3. essendo contratti o schede telefoniche legate ad un operatore specifico quasi sempre l’invio di sms verso altri operatori si paga
  4. 1.000 sms bastano? Si, se ti accontenti e non vuoi guadagnare oppure se hai pochissimi clienti
  5. assenza di statistiche e di profilazione della rubrica; questi sistemi non forniscono statistiche dettagliate di invio e quindi non si può effettivamente misurare se e quanto è stata efficace la nostra comunicazione; inoltre non consentono una profilazione dettagliata dei contatti rendendo quindi impossibile effettuare azioni mirate a singoli clienti con singole caratteristiche

sms marketing
La classica obiezione a questi 5 punti, che rappresentano solo una punta d’iceberg, è: ma io guadagno lo stesso con questo sistema, quindi perché dovrei pagare (anche poco) per inviare gli sms se lo faccio gratis?
Sorvoliamo sul fatto di “pagare”… (si scarica TUTTO al 100%, iva compresa, quindi è come se si facesse gratuitamente!).

La risposta sta nella matematica…abbiamo detto che l’sms marketing, ben fatto e rispettando i giusti criteri, permette una redemption del 30%.
Il sistema “fai-da-te” quando và bene permette una redemption del 15-17%…questo significa che con un sistema professionale ben strutturato ed organizzato si otterrebbe IL DOPPIO DI GUADAGNO!

Ben venga qualsiasi azione di marketing e comunicazione (sempre meglio di nulla!) ma adesso lo sapete e quindi la domanda che vi faccio è: perché ostinarsi ad accontentarsi e non puntare invece a GUADAGNARE DI PIU’?
Ricordate sempre che passa una sottile differenza tra sentire ed ascoltare….

Per ovviare alle vostre necessità attivate qui la vostra piattaforma professionale per l’sms/mms marketing…è GRATUITA!
www.dmsmarketing.it/attivazione.html 

Advertisements
 
Commenti disabilitati su PERCHE’ RINUCIARE A GUADAGNARE DI PIU’?

Pubblicato da su 3 luglio 2013 in Direct Marketing, Marketing, Marketing Territoriale, News, sms marketing, Startup

 

Tag: , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: