RSS

Fondamentale del Content Marketing: Scrivi contenuti originali per il tuo business


Essere online è oggi fondamentale per qualsiasi azienda, a prescindere dalle dimensioni aziendali e dal settore nel quale si opera.

Siti web, Blog, Social Network, Email, Sms, ecc… tutto può essere utile e potrebbe dare una fortissima spinta al nostro business.

Ma essere semplicemente online non significa nulla e non porta a nulla se

  • lo si fa senza aver pianificato quali obiettivi raggiungere
  • lo si fa non seguendo una corretta e pianificata strategia
  • lo si fa in modo non professionale affidandosi ad un fai da te
  • lo si fa senza analizzare i dati necessari a capire se quel che si realizza è produttivo o meno per i nostri obiettivi
  • lo si fa in modo sporadico

Ok, vero! Molto spesso le piccole e medie realtà hanno dei budget limitati!

Altrettanto vero: molto spesso le piccole e medie aziende non quantificano un budget per il marketing o lo sprecano con azioni inutili ed improduttive!

Da qui, e per una serie di post, cercheremo di fornire delle piccole pillole che possano aiutare, invitando allo studio approfondito, chi vuol far da se e, contestualmente, far capire che la scelta migliore per evitare errori grossolani che potrebbero danneggiare il nostro business, è affidarsi ad un’agenzia o ad un professionista.

Scrivere contenuti originali-Agenzia-DMS-Marketing

Affidandosi a professionisti (seri) del settore il nostro budget, per quanto limitato possa essere, porterà sempre dei buoni frutti e non sarà mai sprecato.

Il marketing, soprattutto nel canale digitale, oggi è fortemente orientato al Content Marketing, ovvero il fornire ai nostri potenziali clienti dei contenuti che abbiano valore, che suscitino interesse, che siano originali.

Tutto questo deve poi essere “incastonato” ed allineato con i contenitori adatti (e le regole del web).

Cominciamo da una primissima regoletta:

Scrivi, sempre, contenuti originali e di qualità!

I nostri potenziali clienti cercano,continuamente, sul web nozioni, dettagli, approfondimenti e notizie su quelli che sono i loro interessi.

Proporre dei contenuti idonei a suscitare interesse e soddisfare le ricerche dei nostri target significa far si che gli stessi comincino ad acquistare fiducia in noi, comincino a seguirci visitando spesso il nostro sito, il nostro blog o i nostri canali social… ma, come dicevamo, non basta essere online per essere trovati, tanto meno per raggiungere i nostri obiettivi aziendali.

I contenuti devono essere, sempre e rigorosamente, originali ovvero non scopiazzati ( o peggio con un copia/incolla) da altre fonti magari senza citarle appositamente.

Questo per due motivi fondamentali

  1. I nostri target, come dicevamo, navigano costantemente sul web e riconoscono qualcosa di palesemente scopiazzato
  2. Ancor di più lo riconoscono gli algoritmi dei motori di ricerca ( primo su tutti Google ) che potrebbero, quindi, penalizzarci rendendoci meno rintracciabili sul web

Ovviamente è importantissimo che, oltre ad essere originali, i contenuti siano pertinenti con il nostro business e con gli obiettivi che ci siamo prefissati.

La parola d’ordine è

creare e fornire dei contenuti che abbiano valore per chi ci segue (i nostri target).

La prima pillola finisce qui e man mano costruiremo insieme una serie di tasselli che ti aiuteranno a comporre un grande puzzle che rappresenta le linee guida per far fiorire online il tuo business.

Gradiremmo molto ricevere un tuo feedback, quindi lascia tranquillamente un tuo commento, saremo lieti di risponderti.

Se vuoi segui anche il nostro sito www.dmsmarketig.it e cercaci su Facebook.

Annunci
 

Buona Pasqua


DMS, Buona Pasqua 2018

Un grande augurio di una buona e serena Pasqua a tutti i nostri clienti, collaboratori, partner commerciali e tecnici…

Lo staff DMS

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 marzo 2018 in Direct Marketing

 

80/20 La proporzione vincente


Ancora oggi, parlando con nuovi e vecchi clienti, capita spesso (se non sempre) di trovarsi davanti alla solita domanda:

“Ho difficoltà a reperire nuovi clienti… come faccio?”… e quando la risposta che viene fornita non è quella che si aspettavano viene fuori un’espressione basita e perplessa; già perchè quando la risposta è “Conosci la formula dell’80/20?” i più entrano nel panico… cosa vuol dire?… cos’è?… è un nuovo strumento? … ecc. ecc.

Quell’espressione poi viene sostituita, man mano che ci si inoltra nei particolari, da una di incredulità che dice “possibile che non ci avevo mai pensato? Era semplice… mi sarebbe bastato fare attenzione a quello che mi succede ogni giorno sotto il naso…”

Bhè… precisiamo subito: NON è così semplice ma, con la giusta pratica e attenzione tutto è più semplice!

80/20 La Proporzione Vincente

Ci sono innumerevoli studi e casi che tendono a dimostrare come l’80% dei fatturati di un’azienda derivi dal 20% dei propri clienti… fidelizzati!

Già… questo significa che se curi (fidelizzi) in modo corretto i tuoi clienti attuali sarai in grado di mantenere, potenzialmente, l’80% del tuo fatturato… spendendo (non solo economicamente parlando) solo il 20% delle tue risorse.

Mantenere un cliente (fidelizzarlo) non è semplicissimo ma, fortunatamente, richiede molte meno risorse rispetto ai tentativi (CHE DEVONO ESSERCI ASSOLUTAMENTE) di acquisire nuovi clienti.

Il problema è che moltissimi imprenditori tendono a “dimenticare” i loro clienti acquisiti… non li curano e non li coccolano a dovere! Questo tende ad accorciare drasticamente la “durata” fisiologica del cliente ( ci abbandonerà prima del dovuto ).

Di contro, gli stessi, proprio a causa degli abbandoni anticipati, tendono costantemente a cercare nuove soluzioni per acquisire nuovi clienti per mantenere i fatturati… ecco dove stà l’inghippo: sprecare costantemente l’80% delle proprie risorse in azioni d’acquisizione senza avere in atto una potente strategia per mantenere il 20% produttivo… un cane che si mangia la coda!

E tu cosa ne pensi?

Non sai come fare o vorresti dei suggerimenti? Contattacci…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 marzo 2018 in Direct Marketing

 

Gestire la presenza aziendale online… parti da qui!


Che si parli di professionisti, aziende strutturate, artigiani, associazioni o di qualsiasi ulteriore categoria, a prescindere se piccolissime o strutturate realtà, gestire bene la propria presenza sui canali online oggi è fondamentale.

Bisogna quindi saper scegliere con accortezza dove, come, cosa e quanto pubblicare… bisogna saper rispondere con attenzione a tutte le richieste pervenute ( si, anche a quelle che magari ci irritano per svariati motivi )!

Oggi, soprattutto online, chi sbaglia paga!

D.M.S. - Personal branding online

Ecco quindi delle piccole indicazioni sulle quali ragionare, tenendo sempre bene in mente che se non si hanno le capacità o il tempo per meglio gestire i canali di comunicazione online è meglio rinunciare (che significa rinunciare a farsi trovare dal proprio pubblico di riferimento) oppure affidarsi a professionisti del settore (mai soldi saranno stati meglio investiti a patto di rivolgersi a professionisti seri!)

Il pubblico ( e quindi i potenziali clienti ) sono sempre connessi… non farsi trovare o farsi trovare impreparati significa perdere tantissimo in credibilità e nei fatturati!

Quali strumenti?

Sito web, Blog, Social Network (Facebook, Twitter, Instagram, ecc.) ma anche strumenti di comunicazione istantanea quali WhatsApp e Telegram… tutti funzionano, se ben gestiti, ma non sono per tutti. Il primissimo passo è quindi capire: cosa realmente serve per la tua realtà?

I tuoi clienti e potenziali tali quali canali utilizzano, tra i tanti disponibili, per trovare quel che cercano?

Identificati gli strumenti più utili ecco che si pone davanti il vero dilemma: Sei in grado (per capacità e tempo disponibile) di creare i giusti contenuti, pubblicarli con la dovuta frequenza e promuoverli in modo idoneo?

Se a queste ultime domande hai dei dubbi a rispondere “si” comincia a valutare seriamente di assumere qualcuno… prima di creare dei danni di immagine aziendali irreparabili o difficili da poter gestire in seguito!

Bene… mi piacerebbe conoscere le tue impressioni, discutere delle tue esperienze (positive o negative) sull’argomento quindi non essere timido e rendi partecipi i lettori del blog. Le esperienze fatte possono aiutare altri a crescere e migliorare.

Alla prossima.

 

L’uomo col megafono nell’era del web-marketing e dei Social Network


Oggi, nell’epoca del web marketing può vivere/sopravvivere l’uomo col megafono, ovvero chi si promuove urlando slogan auto-promozionali?… te lo dico subito: a mio avviso NO!

Purtroppo esiste ancora chi si ostina, e non mi riferisco a personaggi anziani, a cercare di auto promuovere la propria attività sul web (ancor più sui social) come se avesse un megafono e si trovasse in un mercato rionale cercando di attirare l’attenzione dei passanti con slogan vecchio stile.

Se questo sistema ha funzionato, ed in alcune realtà è ancora in uso, nella società off-line, non solo non trova riscontro ma è altamente penalizzante nella società online.

L'uomo con il megafono nell'era del web marketing

Il web ha una serie di “leggi”… ancor di più i Social Network: se sgarri i “potenziali clienti” ti bannano… se fai le cose come si deve allora, forse, avrai molte più speranze di crearti un seguito che magari, domani, potrebbe diventare un seguito che produrrà guadagno in tempi brevi.

Come comportarsi?

Partiamo degli errori principali inerenti questo brevissimo post

  1. NON auto promuoverti (tu, i tuoi servizi, i tuoi prodotti, le tue offerte, ecc.) continuamente
  2. NON fare “proclame” vecchio stile
  3. NON fare quanto sopra (soprattutto NON farlo spessissimo) nei Social Network

Cosa dovresti fare?

  1. Seleziona per bene quali canali web fanno per te, studiali (capisci chi li frequenta e come si comportano gli utenti)
  2. Definisci i tuoi obiettivi
  3. Prepara dei contenuti di alta qualità che siano originali (se proprio non puoi o non riesci a creare contenuti tuoi cerca online ma segnala le fonti che utilizzi)
  4. Pubblica ottimo materiale, che sia utile ed interessante per chi ti segue, corredato da ottime immagini… fallo con una cadenza valida (non invadente ma neanche ogni mille mai)

Questi piccoli indizi dovrebbero indicarti la strada da seguire… questa strada non ti porterà subito quadagni tangibili, ovvero non venderai subito milioni di articoli (a meno che tu non sia un brand internazionale affermato) ma così facendo creerai una tua posizione digitale professionale e credibile.

Ricorda: chi vuole acquistare qualcosa online non la cerca sui Social Network ma sui siti e-commerce…

E tu cosa ne pensi?

Sei più un uomo col magafono o fai parte dell’era del web marketing?

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 aprile 2017 in Direct Marketing

 

In 60 secondi su internet…


L’infografica di Go-Globe fa capire la mole di dati ed operazioni che si sviluppano ogni 60 secondi su internet.

Vengono mandati 44 milioni di messaggi su WhatsApp, scaricate 95.000 App per Android e 48.000 per Apple, 300 ore di video vengono caricate su Youtube, più di 3 milioni di Like vengono cliccati su Facebook, più di 2 milioni di ricerche vengono effettuate su Google e 150 milioni di e-mail vengono inviate nel mondo, più di 430.000 Tweet…

unnamed

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 agosto 2016 in Direct Marketing

 

Lavoro e Curriculum… ma come sei online?


Prendiamo spunto dalla mole di CV che ci arrivano puntualmente ad ogni annuncio di ricerca personale che pubblichiamo.

Di questi una grossa fetta, ahi noi, non risponde minimamente ai requisiti richiesti (ci si prova…ci sta e purtroppo denota come, oggi, è alta la disoccupazione nel nostro paese); ma la cosa che lascia più perplessi è come il 99% di questi CV sembrano un copia incolla e come raramente ad essi venga associata una lettera di presentazione (ben fatta e studiata). Poi, a volte per tipologia di ricerca, vengono richieste delle foto in allegato e qui… AIUTO…

Ultimo particolare non da poco è che quasi nessuno segnala, autonomamente, la propria presenza online.

Il Tuo curriculum segnala la tua presenza online?

Partendo da quanto sopra:

  1. Buttarsi su qualsiasi annuncio significa perder tempo (e farlo perdere all’azienda)
  2. Differenziarsi: se ti presenti come gli altri non spiccherai mai! Questo non significa che bisogna strafare ma che bastano pochi accorgimenti per fare la differenza.

Per fare degli esempi: se alleghi una lettera di presentazione (ottima scelta) assicurati che sia unica (non copia incolla per tutte le aziende), che sia indirizzata alla persona giusta (chi deve realmente effettuare la selezione)… dimostra di conoscere l’azienda alla quale chiedi di lavorare (fai ricerche, approfondisci) e fornisci delle motivazioni che inducano, quanto meno, il selezionatore a contattarti!

Se sono richieste delle foto non inserire foto banali e personali… una foto per te bella, che ti ricorda una bella vacanza, ecc. potrebbe risultare molto dannosa a livello di immagine per la selezione lavorativa; quindi allega delle foto idonee alla tipologia di lavoro offerto.

E da qui, ultimo ma non ultimo… sei online?

  1. No! Peccato o meno male (sei in tempo per farlo e farlo bene!)
  2. Si! Bene (lo speriamo per te) e allora fallo sapere a chi seleziona anche perché, ormai prassi consolidata, il selezionatore ti cercherà ugualmente (google, social network, ecc.) e ti troverà…e a quel punto… CATASTROFE… arrivi su FB e trovi di tutto!

Ok, ok… pensi che FB sia una questione privata… NULLA di più SBAGLIATO!!!

Il web è di tutti e tutti potranno vedere e sapere chi sei, che fai e come lo fai… con tanti saluti all’immagine e al lavoro!

Cosa fare quindi?

  1. Riorganizza la tua presenza sui social network (evidenzia le tue professionalità, strutturali per lavoro… usane altri per gli amici e lo svago!)
  2. Dopo aver fatto questo l’ideale sarebbe aprire una vetrina online su di te (un sito o un blog) ben fatto (orientato professionalmente, possibilmente) nel quale trovare tutte le informazioni utili per conoscerti a livello lavorativo e per contattarti
  3. Inserisci, ben in vista, i link alle tue presenze online nel CV

Fatto questo, e tutto quello sopra, sarai assunto?

Forse no ma avrai fatto delle mosse importantissime che ti permetteranno di avere molte più possibilità… ti sarai distinto dalla massa e oggi non è poco!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 marzo 2016 in Direct Marketing

 

Tag: , , , ,